Home COSA SAPERE PRIMA DI ACQUISTARE UN CANE DI RAZZA

Hai scelto un cane di razza Cocker Spaniel o Leonberger: cosa sapere prima acquistarlo.

L’arrivo di un cane in famiglia è un momento di grande gioia, ma anche di sacrifici e responsabilità, per questo la scelta di acquistare un cucciolo deve essere ben ponderata perché rimarrà con voi per molti anni, regalandovi emozioni e conforto nei momenti peggiori.
 
Durante la crescita il cucciolo avrà bisogno di molte attenzioni, di un’alimentazione adeguata, di un ricovero accogliente e di tanto tanto amore, per questo prima di commettere degli errori irreversibili è bene rivolgersi ad un allevatore che vi possa seguire durante e dopo la crescita, e vi aiuterà ad evitare possibili ripercussioni negative sull’ animale. 
Spesso mi capita di sentire cose strane, come:
- “ non voglio spendere più di 300 euro”;
- “ non mi interessa il pedigree”;
- “ non importa se non è di razza pura, mi interessa solo spendere poco”;
- “ al negozio mi hanno chiesto 600 euro senza pedigree”;
e così via……..
Se desiderate davvero un cane di razza, perché accontentarsi di un soggetto poco tipico o senza pedigree? Non sono certo qualche centinaio di euro che fanno la differenza, d’altro canto poi, le spese di mantenimento non sono superiori a quelle di un meticcio. I cuccioli di importazione varcano le frontiere spesso con certificati falsi, la maggior parte delle volte vengono colpiti da parvovirosi, cimurro, epatite o leptospirosi, che quasi sempre portano alla morte, infatti capita che durante il trasporto una buona percentuale di cuccioli muoia per malattie infettive o a causa di traumi perché costretti a viaggiare per molte ore in piccoli cartoni ammassati con altri cuccioli, dove a stento riescono a respirare.
L’allevatore spesso è la fonte più sicura ad eccezione di qualche privato affidabile che fa la cucciolata in casa. E’ certo che, sia che vi affidiate ad un allevatore, sia ad un privato, questi devono avere determinate caratteristiche che non si possono sottovalutare.
Cosa fare per accertarsi che si sta acquistando un cucciolo da un persona seria e competente?  Alcuni consigli:
innanzitutto recarsi in loco per verificare che i cani siano detenuti in spazi ampi e puliti e soprattutto in ottimo stato di nutrizione; 
accertarsi che il cucciolo non venga consegnato prima dei 60 giorni;
alla consegna il cucciolo deve essere accompagnato di libretto sanitario con l’avvenuta vaccinazione, sverminazione  e inserimento del microchip;
l’Allevatore o proprietario della fattrice (in caso di privati),
devono aver fatto l’iscrizione all’Enci per la registrazione della cucciolata (pedigree);
i cuccioli devono essere ben socializzati, con buon carattere e con le caratteristiche specifiche della razza;
l’Allevatore deve rilasciare un contratto di vendita che verrà firmato dal venditore e dal compratore; in questo documento verrà indicato il nome del cucciolo, sesso, microchip, data di nascita, nome dei genitori (con risultati genetici), la data di consegna del cucciolo e i dati del futuro proprietario. Questo serve per tutelare l’allevatore ma soprattutto servirà a voi come garanzia di 15 giorni, che vi tutelerà dalla possibilità che il cucciolo abbia contratto una malattia infettiva come quelle elencate precedentemente, nel caso il cucciolo presenti una di queste malattie infettive, l’allevatore ha l’obbligo di sostituire il cucciolo.
accertarsi che i genitori siano testati per le patologie genetiche quali NF(nefropatia famigliare), PRA(atrofia progressiva della retina) e HD(displasia dell’ anca): è un vostro diritto richiedere una copia dei test genetici in occasione del ritiro del cucciolo. La Nefropatia famigliare porta alla morte dell’ animale prima dell’anno di età, l’atrofia della retina causa cecità in giovane o in tarda età, la displasia dell’ anca può provocare grossi problemi di deambulazione, che  a volte si possono correggere con una buona alimentazione, il giusto movimento e  controprotettori per i legamenti e le cartilagini, nella peggiore delle ipotesi è necessario l’intervento chirurgico. I soggetti con queste patologie naturalmente  non saranno ammessi alla riproduzione, testando i propri stalloni e fattrici per NF e PRA si ha la possibilità di mettere in riproduzioni solo soggetti esenti o al massimo portatori sani, quindi poter dare una maggior garanzia all’ acquirente che il suo cucciolo non sarà affetto da queste malattie. Per quanto riguarda la displasia dell’anca nello specifico, nonostante si faccia il possibile per eliminarla questa salta sempre fuori, anche accoppiando due soggetti esenti! Accoppiando però due cani sani la percentuale di rischio diminuisce notevolmente;
un buon Allevatore vi consegnerà un po’di cibo che il cucciolo è abituato a mangiare per poi passare gradualmente a quello che troverete in commercio, questo per evitare disturbi intestinali causati dal cambio di alimentazione.

Non allevo da 30 o 40 anni (del resto come potrei, visto che sono del ‘75! ), ma posso garantirvi che il mio lavoro lo faccio con tanta passione e serietà, mi dedico a loro dalla mattina alla sera, rinunciando ad uscire la sera ed eccedere in qualche vizio; può capitare di fare notti in bianco perché un cucciolo deve prendere il biberon ogni due ore perché non si attacca alla mamma o correre alle tre di notte dal veterinario perché un cane anziano sta male, oppure dormire sul divano per un mese di fianco alla cassa parto per paura che i cuccioli vengano schiacciati dalla madre. Del resto chi sceglie di fare questo lavoro deve mettere in conto che non esiste sabato e domenica, non esistono festività, ad eccezione naturalmente di quelle persone che non campano con l’allevamento ma di altro, perché purtroppo questa è la realtà: al contrario di quello che si pensa, ad allevare non ci si arricchisce!
Si fanno tanti sacrifici, ma con il cuore vi posso dire che vengono totalmente ripagati dall’ amore, la fedeltà e l’allegria di questi animali, ricordate sempre che il cane è il miglior amico dell’ uomo!!
Se volete venire a trovarci, anche solo per curiosità, mandate una mail o telefonate ai numeri che trovate in questo sito, sarò molto felice di farvi visitare tutto l’allevamento Almaleo.

A presto,
Laura
 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Apri l'informativa estesa.