Home LA TOELETTATURA DEL COCKER

La toelettatura del Cocker

Cocker spaniel inglese: La toelettatura da esposizione

Rispetto alla normale toelettatura, l'esposizione richiede qualche cosa in più. Conoscendo bene lo standard, con piccoli accorgimenti si possono ad esempio evidenziare certe qualità e rendere meno evidenti eventuali difetti. Tengo a precisare che non si tratta di trucchi o sofisticazioni, ma semplicemente di tecniche utili per valorizzare la naturale bellezza del cane.

Per arrivare a questo, siccome nessuno nasce professore, consiglio a tutti di guardare attentamente i cani vincitori nei ring e le foto di cani famosi, e cercare di confrontarle con il vostro cane mentre si muove davanti a voi,  magri portato al guinzaglio da qualcuno che ve lo piazzi di fronte. Così facendo riuscirete a capire quali sono le modifiche di qui il soggetta ha bisogno per farlo rassomigliare il più possibile al vostro soggetto ideale.

Se ad esempio vi sono peli ribelli che saltano fuori sul cranio o sul corpo, infilatevi le dita di gomma nel pollice e nell'indice, e prendendo pochi peli per volta, mentre tenete ferma la pelle con l'altra mano, strappate tutto ciò che è di troppo. Tale operazione va fatta anche intorno all'attaccatura delle orecchie, perchè questa diventi più stretta possibile.

 
Se riuscirete a togliere molto pelo sul collo e sulle spalle, oltre a farle risaltare meglio, l'incollatura uscirà con maggiore eleganza e questo sarà un grosso vantaggio per il cane, così come si avvantaggerà di una più  profonda sfoltitura del collo. In questo modo tutto il profilo migliorerà.

Sui fianca va strappato tutto quel pelo che esce disordinatamente all' altezza del costato e va strappato con lo stesso sistema usato per la testa. Anche sotto la coda, si leverà con lo stesso sistema e in parte con le forbici dentate il pelo che fuoriesce nella zona dell'ano fino alla punta dell'anca, il vostro cane sembrerà più corto. Dal garretto a terra toglieremo con le forbici tutta la frangia.

Per quanto riguarda glia arti, un piccolo segreto è quello di lasciare più pelo se il cane manca un pò di ossatura,meno se ha molto osso. Fate molta attenzione ai gomiti, dove spesso il pelo è così abbondate da dare l'impressione che il cane abbia i gomiti scollati. Passate a lungo e più volte il pettine sottile per togliere la maggior parte del pelo: in sostanza tutto quello sulla faccia esterna,lasciando solo l'interno e la faccia posteriore.

A questo punto fate muovere il cane al guinzaglio da qualcuno e controllate bene se col movimento si evidenzia qualcosa di indesiderato che sia correggibile.

Ricordate che il giudice vedrà il vostro cane per 5 minuti e che spesso è il primo colpo d'occhio che lo colpisce.

E ricordate un altra cosa: non pretendete di fare un cane da esposizione in un unica tirata, fatelo poco alla volta in parecchi giorni, in parecchie corte sedute, altrimenti vi stancherete e farete delle sciocchezze, e torturerete il povero cocker che arriverà ad odiare il tavolo.

Se dovrete lavarlo non fatelo mai alla vigilia dell' esposizione: il pelo diverrebbe tutto gonfio e disordinato. Se proprio lo dovrete lavare fatelo qualche giorno prima, e quando il pelo si sarà riassestato dategli ancora una controllata.

Il blocco di gesso che ho consigliato di procurarvi, se strofinato sul pelo da strappare faciliterà l'operazione rendendo le dita più prensili. Lo stesso si ottiene usando la pece in polvere, quella che usano le ballerine sfregandosi sopra le scarpette prima di ballare.
La toelettatura da caccia
Anche il cane che va a caccia, in particolare se ha molto pelo  e quindi molte frange , necessita di essere opportunamente preparato.Oltre a tutto quanto già detto circa la toelettautra che possiamo chiamare igienica, consiglio di fare molta attenzione a togliere tutto il sottopelo sia alle orecchie sia alle frange, proprio per evitare che lavorando nel coperto, nelle spighe, in quelle erbe appiccicose che si trovano in particolare all'inizio della stagione venatoria, il cane rientri da una giornata di caccia in condizioni pietose.

Oltre a questa operazione consiglio anche di accorciare le frange se queste fossero particolarmente abbondanti e per le stesse ragioni. Troverete molto più facile riassestare un cane preparato in questo modo, e lui...ve ne sarà molto grato.

 
La toelettatura (Da "Il cocker" di Franca Simondetti)
 

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Apri l'informativa estesa.